MTC: una parte per il tutto :-) Il TORO di Cristina- ovvero profiteroles alla crema di zucca e fonduta al tartufo

Ve la ricordate, la macedonia delle dite incrociate della sfida precendente? Bene, possiamo scoglierle, finalmente e lasciare che le nostre mani tornino alle loro normali funzioni. Perchè la missione è stata compiuta e Cristina ha passato l'esame da guida turistica. Va da sè che mi piacerebbe pensare che le abbiamo portato fortuna, se non fosse che non è vero: perchè questo diploma Cristina se lo strameritato, sudando sui libri e per le strade della sua città, ispezionando monumenti, digerendo nomi e date e pure in più lingue, con la tenacia e la grinta  tipiche di  chi decide di dare una svolta alla propria vita quando per tutti è solo un rettilineo, quello che ti resta da percorrere. Fatto di impegni, di doveri, di priorità- e di sguardi critici, che non comprendono il desiderio di cambiare, di fare qualcosa di diverso, che sia non solo per gli altri, ma, una tantum, anche per noi. Io, per queste donne, che restano madri, lavoratrici, persone sempre al servizio di tutti e che sono ancora capaci di convogliare la loro vitalità e il loro entusiasmo sul binario del cambiamento, faccio un tifo sfrenato. Così sfrenato che poi mi commuovo, quando sento che ce l'hanno fatta. E poi mi esalto, all'idea che da ora in poi Milano sarà anche la città di Cristina, di una donna coraggiosa, tenace e sempre positiva- e che magari me la guarderò con lei. 
E magari potremmo anche farci un MTChallenge tour, cosa ne dite?


 

PROFITEROLES ALLA FONDUTA AL TARTUFO SU CREMA DI ZUCCA 

ovvero

IL "TORO" DI PROFITEROLES DI CRISTINA P.



Per chi ancora non lo avesse capito, ho una passione sfrenata per la mia città: Milano!
Per chi invece si è chiesto il motivo per cui lo scorso MTC era intitolato "Crossed fingers" spiego subito: ho preparato l'esame per guida turistica, ovviamente per Milano e provincia e sono stata promossa, ma alla pubblicazione della macedonia ancora non lo sapevo!
Quindi durante l'ultima sfida, io studiavo, studiavo, studiavo.
Ma visto tutta questa scaramanzia, dita incrociate e altro, che io non ci credo ma lo facciamo lo stesso che male non fa, a cosa potevo dedicare questo MTC se non ad un gesto benaugurante?
I profiteroles sono stati una tentazione troppo forte, non si poteva fare altrimenti che richiamare la tradizione che vuole i turisti in Galleria Vittorio Emanuele a fare tre giri col tallone sugli....attributi del toro!
Onestamente, però, non me la sono sentita di fare una piramide di "attributi" quindi li ho messi (i profiteroles non gli attributi) in una ciotolina a lato, per seguire le regole di Stefania sulla piramide e ne ho usati solo due per fare gli "occhi" del toro. Tanto sempre tondi sono....

Per la ricetta, io sono per il salato, i dolci non mi ispirano fantasie di preparazioni particolari e tanto meno il loro assaggio. lo so che dalla stazza non si direbbe, ma voi sapete bene quanto di tutto il resto abbiamo sulle nostre tavole, e di quello, nulla mi sfugge.

Salato, dicevo, ma con un occhio alla stagione.
Quindi ho preparato una fonduta per ricoprire la piramide di profiteroles e una crema alla zucca per le "corna".
Riordino un po' il tutto: mi sono divertita a presentare il "toro" come vedete nella foto, lasciando raffreddare gli ingredienti perchè tenessero la forma, mentre ho servito in tavola la crema di zucca come accompagnamento e la fonduta come guarnizione dei profiteroles, aggiungendo una grattata di tartufo bianco alla parte usata per il ripieno.

Fonduta al tartufo con crema di zucca

Fonduta

300 gr. di fontina
100 gr. di taleggio
200 ml di latte
2 tuorli d'uovo
40 gr. di burro
pepe bianco
tartufo bianco

Tagliare fontina e formaggio a fettine sottili e lasciarli a bagno nel latte per un paio d'ore.
Mettere il tutto in una pentola a fuoco basso, aggiungere il burro e mescolare fino a completo sclioglimento del formaggio, poi aggiungere i tuorli, sempre continuando a mescolare, ma senza far bollire il formaggio.
Ad una parte, destinata al ripieno, aggiungere una spolverata di tartufo bianco.
Ricoprire la piramide con la restante fonduta.


Crema di zucca

Una zucca mantovana piccola (o metà se è grande)
50 ml di latte
burro
sale

Lessare la zucca e schiacciare la polpa con una forchetta.
Rimane più "grezza" e meno cremosa rispetto alla polpa frullata ma io la preferisco così.
Aggiungere il latte, una noce di burro e un pizzico di sale.

Servire il tutto ben caldo, meglio se su piatti riscaldati.

Cristina P.

ps. dalla descrizione della ricetta si capisce benissimo che Cristina ha preparato i profiteroles assemblandoli nel modo classico, ossia a piramide, ripieni di fonduta e crema di zucca e ricoperti di fonduta. La presentazione che ha fotografato è solo una dedica al toro :-) che, da veterani dell'MTC, non possiamo che comprendere ed approvare. Dipendesse da noi, sarebbe in concorso ma, visto che si era detto che profiteroles e non bignè dovevano essere, aspettiamo: se Cristina avesse fatto una seconda foto, con tutti i bignè impilati, nessun problema. Altrimenti, la spostiamo fuori concorso, con buona pace di tutti (perchè intanto di gran piatto si tratta sempre e comunque, indipendentemente da dove lo si colloca in questo giochino qui). Ok?

Condividi post

Repost 0
Commenta il post

alessandra (raravis) 10/24/2011 19:00

Cri, grazie. io son come te, che mi lascio prendere dall'idea, in barba a regole, regolette e regoline- e se in palio c'è anche qualche risata in più, non mi ferma nessuno. come diceva Stefania, da qui si vede una montagnetta di profiteroles, ma aspetto di consultarmi con la giuria (mi sembro ai giochi senza frontiere, ti ricordi), prima di sciogliere il vedretto. Ma intanto, per molte di noi, me compresa, hai già vinto. E proprio con questo toro :-)))
aspettaci a breve, perchè un mtchallenge tour natalizio magari lo facciamo per davvero..
ciao
ale

Anonymous 10/24/2011 18:01

Aggiungo una cosa: se devo presentare una foto con la piramide, mi spiace, ma i miei primi proffiterol erano talmente buoni che ce li siamo divorati tutti, se invece l'obiettivo dell'MTC è solo quello di divertirsi, allora io l'ho già raggiunto in pieno, se invece il problema è dove mettermi, va benissimo il fuori concorso, la prossima volta deciderò se seguire più rigidamente le regole per una ricetta perfetta o continuare a giocare solo per il puro gusto di farlo. Mi serva di lezione! :-)) Un abbraccio a tutti quelli che, come me, amano una risata in più. Cristina P.

Anonymous 10/24/2011 14:42

Cri!Mi sa ma dal *tuo* toro.... dovevo passare prima di tentare di cimentarmi.... aspetta e VEDRAI!
Nora

Anonymous 10/24/2011 09:55

Mamma mia, ragazze! Mi fate commuovere.... Grazie davvero. Comunque sappiate che ho lasciato ad Ale libera fantasia per l'organizzazione di un MTC tour, quindi qualcosa ce lo aspettiamo dalla sua mente vulcanica. Io ho già un po' paura, ma accettiamo o no le sfide???? CERTOOOOO. Quindi a presto e conto davvero di vedervi tutti a Milano. Cristina P.

๓คקเ ☆ 10/23/2011 22:15

Vaaaai Cri!!!!!! :-D
A me pareva di averli visti sullo sfondo, i profiterloles impilati! Non è che hai un'altra fotografia da mandare all'MTC? Perché altrimenti ti tocca rifarli... e credo che quella sera sarò libera e verrò da te ad assaggiarli! :-D

Colgo l'occasione per ringraziarti da qui per avermi spiegato così bene la mostra su Artemisia Gentileschi: l'ho proprio gustata, anche perché c'erano pochissimi pannelli di spiegazione.

Günther 10/23/2011 19:41

devo dire un profitterol salata ma sopratutto raffinato si presta per uan bella cena di gala

Cinzia 10/23/2011 15:40

è un piatto fortissimo, non solo per tutto il prologo che lo accompagna.. gli abbinamenti sono di gran classe. Brava davvero
PS: e detto tra noi, amo molto le donne che il toro lo prendon per le corna, piuttosto che per gli altri "attributi": complimenti doppi ;)))

Michela 10/23/2011 14:31

Voglio l'MTC tour con Cristina a Milano... e con tutti l'MTC concorrenti e ideatrici (in primis!)

fantasie 10/23/2011 14:04

Qualsiasi cosa decidiate, Cristina la sua vittoria più grande l'ha avuta, è questa è la cosa più importante! Ma se posso spendere una parola, oltre ai meritatissimi auguri, e al fatto che la prossima visita a Milano la faccio con lei e con nessun altro, è che io i bignè impilati li vedo! Un bacio enorme a Cristina e alle due ideatrici di questa sfida, senza la quale non avremmo mai potutto apprezzare tante persone come Cristina!

Anonymous 10/23/2011 11:41

Forza, Cristina, mandaci una bella foto della tua piramide di bignè!!!
Stefania P&S

cristina b. 10/23/2011 11:39

a milano ci abito da taaaaaanti anni, ma un MTChallenge tour insieme alla mia simpaticissima omonima lo voglio fare assolutamente!!!!!!!!!!!!!! mi sono rotolata dal ridere a leggere la descrizione di questa ricetta e solo per questo e-si-go che venga messa in gara! cristina p. sei un mito...