I Kniekiechl (krapfen bavaresi) e la merenda di Matti

Di Daniela

Siccome sono donna di parola, avevo preannunciato un’altra ricetta di krapfen ed  ecco che mi presento con una versione di  Annelise Kompatscher (il nome è già una garanzia, vero?), tratta da ''I dolci'',  mio piccolo libro che ci ha già regalato 3 splendide ricette: gli strudel di mele o di ricotta  e la torta di mele.
D'altra parte, oltre che donna di parola sono pure amica di Eleonora, e così ho pensato che al suo Matti forse avrebbe fatto piacere provare ad assaggiare questi dolci dal nome impronunciabile (credo suoni qualcosa come cnichiecl), ma dal cuore soffice e golosissimo per una merenda un po' speciale, perfetta per il carnevale :-)
La versione della Kompatscher che vi presento, è quella di un tradizionale  dolce Bavarese, i Kniekiehl, di origine, sembra, Boema e comunque apprezzatissimi in tutta l’Europa centrale, fino al nostro Tirolo.
Il sapore è perfetto: la pasta non troppo dolce ben si sposa con lo zucchero a velo abbondante che ricopre la ciambella e il sentore leggermente aspro della marmellata di mirtilli  (io ho provato anche con quella ai frutti di bosco e alle fragole e li ho trovati buonissimi). Naturalmente la merenda deve anche essere accompagnata da qualcosa di altrettanto piacevole da bere.  E allora cosa meglio di un fresco e leggero smoothie ai frutti di bosco e cannella? c'è la dolcezza del miele e del latte, il punto leggermente acidulo dei frutti di bosco, la cremosità della banana e la leggerezza dello yogurt con il profumo della cannella. Insieme in sintonia!
Quindi, deciso il menù  si parte con i nostri golosissimi

KNIEKIECHL
Da I Dolci di A. Kompatscher

kniekiechl

 Ingredienti per circa 30 Kniekchl
5oo gr farina
125 ml di latte
30 gr. di lievito di  birra
mezzo cucchiaio di zucchero
3 tuorli d'uovo
50 gr. burro fuso
scorza di mezzo limone
250 ml di latte
olio per friggere
marmellata di mirtilli

kniekiechl

Mescolate il latte, il lievito e lo zucchero e ponete questo composto in un luogo caldo a lievitare (15 minuti)
Setacciate la farina in una terrina, fare un incavo e versarvi il composto di latte lievito e zucchero.
Impastate il composto con poca farina e lasciare lievitare ancora (25 minuti). Unite quindi i tuorli, il burro raffreddato, la scorza di limone ed una parte del latte, mescolate bene e poi lavorate la pasta finché incomincerà a fare delle bollicine e si staccherà dal bordo della terrina. Mi raccomando versate il latte poco per volta e solo in parte per raggiungere la giusta consistenza, che deve essere morbida, ma non appiccicosa. Se la pasta risultasse troppo consistente aggiungetevi il latte restante. Coprire la pasta  e fatela lievitare . Mettetela quindi sulla spianatoia infarinata, impastatela brevemente con delicatezza e dividetela in tanti pezzi regolari. Formate altrettante palle, copritele con un canovaccio  e faele lievitare (1 ora 1/2).
Riscaldate l'olio. Tirate ogni pezzo di pasta in tondo dal centro verso l'esterno, in modo da ottenere dei dischi dal bordo rigonfio. Friggete i krapfen in abbondante olio ben caldo e , mentre friggono, irrorateli di olio bollente in modo che si gonfino bene. Lasciate sgocciolare le frittelle. 
Disponetele su di un piatto con l'incavo verso l'alto che riempirete di marmellata di mirtill.
Spolverizzate di (abbondante) zucchero a velo.
kniekiechl

Osservazioni personali:
  • i tempi di lievitazione che ho utilizzato li ho scritti tra parentesi.
  • sembra molto il lievito, rispetto alla farina, ma devo dire che i kniekiechl sono venuti perfetti, leggerissimi, senza alcun sentore di lievito: visto che spesso me lo chiedete, vi anticipo dicendo che penso si possa, volendo , ridurne la quantità, aumentando i tempi di lievitazione. Ma personalmente ho seguito le dosi al grammo. Ho ottenuto scodelline sofficissime e ben gonfie.
  • la pasta deve avere una consistenza morbida e soffice, tipo pasta del pane, ma non appiccicarsi alle dita 
  • per friggerli aspettate che l'olio sia ben caldo (io facio sempre la prova con un pezzetto di pane) e naturalmente cercate di mantenere la temperatura costante non mettendo troppi pezzi tutti insieme. Li ho fritti mettendoli dapprima con la parte vuota verso il basso, irrorandoli sempre di olio con la schiumarola, e poi li ho girati per far dorare anche la "cupola" : giusto 1 o 2 minuti per parte sono sufficienti.
  • ovviamente metteteli a scolare con l'incavo verso il basso sulla carta da cucina, prima di riempirli e spolverizzarli con lo zucchero a velo.
  • come vi dicevo all'inizio li ho provati con la marmellata di fragole e di frutti di bosco ed erano eccellenti! 
Eccovi invece la semplicissima ricetta per lo

Smoothie ai frutti di bosco

smoothie

per 3 bicchieri

2 banane
1 tazza di frutti di bosco surgelati (ovviamente andrebbero benissimo anche i freschi!)
1 tazza di yogurt naturale
1 cucchiaino di miele (oppure utilizzate lo yogurt dolcificato all’uva)
1 tazza di latte
1 spolveratina di cannella

smoothie

Mettete tutti gli ingredienti in un frullatore e fatelo andare fintanto che non si forma un composto cremoso e liscio. Filtratelo , per eliminare i semini, e servitelo subito ai vostri ospiti.
Per averlo fresco non occorre il solito ghiaccio, per via dei frutti di bosco surgelati. Preferite il miele allo zucchero: innanzitutto si scioglie meglio e poi è più salutare.  Se volete preparare qualcosa di più scenografico, potreste prearare prima lo smoothy alla banana con 1 banana, metà dello yogurt  e ½ cucchiaino di miele (se lo yogurt non è dolcificato) e versatelo sul fondo del bicchiere  e poi preparate con gli altri ingredienti lo smoothie rosso, versandolo sopra con delicatezza (magari aiutandovi con il dorso di un cucchiaio ) e completandolo con una spolveratina di cannella.

smoothie e krapfen

Carino, no ? Non è colorato abbastanza per carnevale?
Con queste ricette partecipiamo al contest di Eleonora di Burro e miele


    Buona giornata a tutti
    Dani

      Condividi post

      Repost 0
      Commenta il post

      fantasiedellacucinadiannaly 04/19/2012 18:18

      che bontà!!!!

      Daniela 02/23/2012 12:19

      Grazie Ele! :-)

      Daniela 02/23/2012 12:18

      Arrivo: mi ospiti per un tè? :-) Grazie e buona giornata

      Eleonora 02/23/2012 11:27

      fantastico!!! sono certa che anche matti approverà!
      grazie!!

      Sara Drilli 02/20/2012 22:53

      Complimenti...viene la VOGLIA solo a guardare le tue foto!!! Ma..mi riprometto di provarle presto! Sono passata per caso da qui,ma ritornerò presto e volentieri...se ti va,qui vicino c'è la casetta nuova del mio neonato blog ;) Ancora COMPLIMENTI!

      ipi@ttinididrilli

      Daniela 02/20/2012 09:24

      Raffaella allora il mio scopo è stato ottenuto! Allegria-colore è il pensiero positivo che vorrei comunicare ai piccoletti! Grazie ed un abbraccio :-)

      Daniela 02/20/2012 09:21

      GiustoLoredana,le non-ciambelle! hai creato iun'alternativa valida al nome "che non se po' dì!!!" Buonissima settimana

      Daniela 02/20/2012 09:20

      vai Franci!!!! Riprova e secondo me ti strapperanno pure un paio di sorrisi queste cose morbide e golose! :-))) Buona giornata

      Raffaella 02/19/2012 19:18

      Sono senza parole! E' veramente una merenda spettacolare, sotto TUTTI i punti di vista! Quanta frutta golosa e che colori meravigliosi! *-*
      Sulle cannucce sono scoppiata a ridere di ALLEGRIA! Un bacione!

      Loredana 02/18/2012 10:34

      fantastiche, mi sa che mi decido anche io e faccio un regalo ai figli friggendo ciambelle, che non sono ciambelle.

      ciao loredana

      Franceschina 02/18/2012 10:18

      Non sono bravissima con i Krapfen, mi vengono sempre delle schifezze. Mi state quasi convincendo a provare ancora..

      Daniela 02/17/2012 20:25

      Io invece "rompevo" sempre, ma mia madre non me li faceva mai! E così mi sono tolta lo sfizio da sola!
      Baci grandi anche a te!

      Daniela 02/17/2012 20:23

      Linda che piacere sapere che vieni un po' qui in vacanza da noi! Sono stata anche io per tanti anni in Val Gardena e ne ho un ricordo bellissimo! Un abbraccio e buon divertimento :-)))
      Mi fa piacere che ti sia piaciuta la polenta: avvertimi quando la metti sul blog , così verò ad ammirarla!
      Baci

      Daniela 02/17/2012 20:20

      Tesoro, appena smetterai di voler a tutti i costi diventare un'acciughina, ce ne faremo una quantità pazzesca !!!!!
      A domani :-))))

      Sabrina 02/17/2012 20:09

      eh ban ban quanti ricordi! la prima e unica volta che ho fatto i bomboloni, sai che da noi si chiamano così e sono un classico, ero una ragazzetta, al mare con mia madre e mia zia. abbiamo fritto tutto il pomeriggio. ne ero talmente sazia che non li ho più mangiati per anni. ogni tanto ci ripenso e chissà mai che non mi venga voglia di friggere....
      un basin.

      Ciao Chow Linda 02/17/2012 19:48

      Sto per partire oggi per la val gardena e non vedo l'ora di mangiare krapfen come questi cosi deliziosi. Devo dire anche che ho fatto la tua polenta con formaggio e spinaci (invece di cavolo). E' riuscita buonissima e' li mettero' nel mio blog fra un po'. Grazie

      Francesca 02/17/2012 18:27

      titti in questo momento, per tirarsi su il morale, ci vorrebbe decisamente un buon Kniekchl...;-)

      Daniela 02/17/2012 16:08

      certo che si!!! Io aspetto sempre la scusa del carnevale per queste cose goduriosissime!!

      Daniela 02/17/2012 16:02

      sIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII Ti prego dimmi come si legge!!! mi sono industriata di capire, ma un'esperta mi ci vorrebbe proprio! Magari ci incontriamo ancora e li prepariamo insieme: che ne dici!!! :-))))))
      Bacissimi

      Acquolina 02/17/2012 15:31

      ma la posso fare anch'io una merenda così?! dai, in fondo è carnevale, che voglia di friggere che mi hai fatto venire (e pensare che lo odio), con queste creazioni! ;-P

      cristina b. 02/17/2012 15:27

      ma io mica le conoscevo queste meraviglie qui!!! spettacolo!
      senti, facciamo così: io ti faccio un corso accelerato su come si pronunciano - perché NON si pronunciano come scrivi tu ;))) - e tu in cambio me ne mandi un assaggio. affare fatto?
      <3

      Daniela 02/17/2012 14:45

      ma daaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaai!!!! ma se fai sempre cose meravigliose per i tuoi creaturi di ogni età! sono io un po' inquieta nel vedere quello che riesci a combinare tu! baci bella signora!

      Daniela 02/17/2012 14:42

      sono proprio contenta che ti piaccia l'idea dell'abbinamento frutta - frittella e marmellata!!! grazie ed un bacione!

      Mai 02/17/2012 14:00

      a pero... con una merenda così vi siete guadagnate il cuore di Matti!
      Ogni bambino (e non) vorrebbe una merenda così... l'abbinamento del frullato con tanta frutta mi piace assai!

      besos

      Daniela 02/17/2012 12:24

      il trucco è semplicissimo: dosi più che dimezzate!!!!!!
      Baci a te e creaturo!

      fantasie 02/17/2012 12:18

      Penso che la mia merenda sarà assolutamente snobbata! Sob, sob! ;)

      giuli2809 02/17/2012 11:49

      Dani ma le tue figliole come fanno a mantenere la linea ???? Se faccio queste meraviglie al bambino non ne rimane uno dopo due ore!!! Il piccolo lievita Gia' al naturale (in larghezza).... Questo we provo i bomboloni !! Baci baci

      Daniela 02/17/2012 09:54

      Fatto . Grazie :-)

      marsettina 02/17/2012 09:51

      grazie daniela !!

      Daniela 02/17/2012 09:50

      Grazie Karen!! Buona giornata :-)