Da Vermeer a Kandinsky. Capolavori dai musei del mondo a Rimini

Di Giorgia


L. Lotto : La Vergine ed il Bambino con San Girolamo e San Nicola da Tolentino

dal sito ufficiale di Castel Sismondo
Nella metà del 1400 Sigismondo Pandolfo Malatesta, nobile signore di Rimini e Fano, condottiero ed esperto di arti belliche, decise di costruire una rocca difensiva che fosse simbolo del suo potere : il Castel Sismondo, a Rimini e chiamò al suo fianco Filippo Brunelleschi, architetto di grande prestigio, presente a Rimini dalla metà del '400 per controllare e rimodernare le principali fortezze della signoria. Sigismondo,: Questi, architetto secondo gli scrittori di Corte dei Malatesta, fu certamente l'ispiratore e coordinatore del progetto e creò così lo splendido castello che da lui prende il nome, oggi  cornice della mostra di cui vorrei parlarvi.
Degas : Piccola danzatrice
di quattordici anni
Si tratta di "Da Vermeer a Kandinsky. Capolavori dai musei del mondo a Rimini", una mostra che racchiude sotto lo stesso tetto capolavori di artisti lontani fra di loro 500 anni di storia della pittura oltre che centinaia di migliaia di chilometri nella realtà, e che espone  un'ottantina di quadri, più la bellissima  «Piccola danzatrice di quattordici anni» in bronzo, unica statua, e tocca tutti i più importanti periodi artistici in Europa, con uno sguardo particolare all'Italia, e si divide in 8 sezioni dai titoli:
"Pittura a Venezia nel '400 e '500", 
"Pittura in Italia nel '500 e nel '600", 
"Pittura a Venezia nel '700", 
"El Siglo de oro in Spagna", 
"La golden age in Olanda", 
"Pittura in Inghilterra tra '700 e '800", 
"L'eta' dell'Impressionismo", 
"Pittura nel XX secolo in Europa".


Ma le opere non sono esposte secondo un ordine cronologico rigoroso, bensì secondo quello che il curatore Marco Goldin definisce un ordine "che corrisponde all'emozione del vedere "

P. Veronese:Il riposo durante la fuga in Egitto,






Vorrei farvi solo alcuni nomi degli artisti esposti nelle varie sezioni, nomi che, confesso, fanno tremare i polsi al pensiero di poterli ammirare così insieme. Ecco qualche esempio: per il '4 e '500 Veneziano abbiamo «Il riposo durante la fuga in Egitto» di Paolo Veronese e la «Deposizione del Cristo» di Tintoretto accompagnati da opere di Tiziano, Lorenzo Lotto (Il particolare offre l'immagine al titolo, in alto) e Gerolamo Savoldo.

A. Carracci : Venere abbigliata dalle Grazi






Per la «Pittura in Italia nel Seicento», le Opere esposte ci parlano del classicismo di  con opere che documentano il classicismo di Annibale Carracci, Guercino, Mattia Preti, Guido Reni, Luca Giordano;






Canaletto: Bacino di San Marco,  1738



Per la pittura Veneziana del '700 invece potremo dare uno sguardo sul "Bacino di San Marco a Venezia" di Canaletto che copisce lo sguardo insieme  a opere di Guardi, Tiepolo e Bellotto





 Velázquez: Don Baltasar Carlos con un nano



Il “siglo de oro” spagnolo, cioè il secolo d'oro per la Spagna, va dai primi del cinquecento a tutto il seicento e corrisponde al periodo della maggior gloria politica e militare della nazione, da poco unita, dopo aver cacciato i mori. L'arte figurativa in questo periodo passa dal realismo al trionfo barocco, originale per ricchezza espressiva e grande tecnica, qui degnamente rappresentato da Velázquez, Murillo, El Greco, Ribera, Zurbarán.


Jan Vermeer : Cristo in casa di Maria e Marta









Che dire poi delle opere dei pittori fiamminghi, per la Golden Age in Olanda, Antoon Van Dyck, Hendrick ter Brugghen e Gerard van Honthorst e infine il famoso «Cristo in casa di Maria e Marta» di Vermeer...



William Hogarth










A rappresentare la pittura in Inghilterra a cavallo di '7 e '800 sono chiamati pittori del calibro di Hogarth, insieme a William Turner, John Constable, il ritrattista Josha Reynolds e Thomas Gainsborough.



Van Gogh: Alle porte dell'eternità





Un posto di grande riguardo e direi quasi di primo piano è stato riservato, a «L’età dell’Impressionismo», dove la presenza dei più grandi pittori di questa corrente è notevole. Sono presenti tutti i più grandi, a partire da Van Gogh di cui è presente un'opera dal titolo commovente quanto l'opera stessa ( “Alle porte dell’eternità”) a Manet con "cantante di strada", a Millet con "il seminatore" a Courbet, a Monet con un meraviglioso “Campo di papaveri vicino a Giverny”, Degas, Renoir, Sisley e Pissarro.

Monet: Campo di papaveri vicino a Giverny









Picasso : "il ratto de le sabine"


















Conclude le "epoche" visitate la sezione dedicata alla «Pittura del XX secolo in Europa», che presenta a Rimini quadri di grandissima bellezza e ...quali il «Lago» di Kandinsky e poi "la pianista con natura morta" di Matisse, e ancora Picasso e  Mondrian, Bacon, De Staël, il bolognese Morandi oltre a Francio Bacon con il suo grandissimo ma inquietante “Seconda versione del Trittico 1944” 






  F. Bacon : Seconda versione del Trittico 1944
Kandinsky : Lago 
Matisse : Pianista con natura morta
Se voleste fare una piccola "visita virtuale" potete guardare qui:  
C'è poi una "seconda parte"  di opere di questa stessa epoca che viene messa in evidenza nella mostra di cui parleremo presto, intitolata «Da Hopper a Warhol» a San Marino: una specie di parallelo Americano dell'arte dello stesso periodo.


Giorgia



Castel Sismondo, Rimini
dal 21 Gennaio al 3 giugno 2012

Da lunedì a venerdì: 9 - 19; sabato e domenica: 9 - 20.
Ingresso: intero euro 10, ridotti euro 8.
Informazioni e prenotazioni: www.lineadombra.it, tel. 0422/429999


BIGLIETTI PER PRIVATI :
INCLUSO DIRITTO DI PRENOTAZIONE CON POSTO ASSEGNATO
  • Intero € 11
  • Ridotto € 9: studenti universitari con attestato di iscrizione, oltre i 65 anni, iscritti TCI muniti di tesserino.
  • Ridotto € 7: minorenni.
  • Biglietto speciale aperto € 13: dà diritto al posto prenotato in qualsiasi momento della mostra, senza necessità di bloccare data e fascia oraria precise. Acquistabile via internet o chiamando il call center. Questo stesso biglietto potrà essere regalato a chi si desidera. All’atto dell’acquisto verrà inviata una mail al destinatario del regalo con, oltre al codice per il ritiro del biglietto, anche un messaggio personalizzato da parte dell’acquirente.
SENZA DIRITTO DI PRENOTAZIONE
  • Intero € 10
  • Ridotto € 8: studenti universitari con attestato di iscrizione, oltre i 65 anni, iscritti TCI muniti di tesserino.
  • Ridotto € 6: minorenni

BIGLIETTI PER SCUOLE  E GRUPP
I

  • Ridotto € 9: gruppi con prenotazione obbligatoria (minimo 15, massimo 25 con capogruppo gratuito).
  • Ridotto € 6: scolaresche so­­lo se prenotate (con due accompagnatori a titolo gratuito).
    [Le scolaresche possono godere della tariffa loro riservata esclusivamente per visite dal lunedì al venerdì. Per visite effettuate il sabato e la domenica viene applicata la tariffa dei gruppi]

  • Ingresso gratuito: per i bambini fino a cinque anni, giornalisti con tesserino, accompagnatore di portatore di handicap.



Biglietto abbinato Genova, Rimini e San Marino:
A tutti coloro che compereranno un biglietto aperto valido in abbinata per la mostra di Rimini e per quella di Genova (Van Gogh e il viaggio di Gauguin), sarà dato in omaggio l’ingresso alla mostra di San Marino (Da Hopper a Warhol. Pittura americana del XX secolo). 




Fonti principali:
http://www.sanmarinofixing.com/smfixing/categorie/cultura/7025-da-vermeer-a-kandinsky-a-rimini-guida-alla-mostra.html
http://corrieredibologna.corriere.it/fotogallery/2012/1/mostra%20rimini/da-vermeer-kandinsky-1902960603472.shtml#11
http://www.daringtodo.com/lang/it/2012/01/03/capolavori-dai-musei-del-mondo-a-rimini/bacon_001m-2/
http://www.lineadombra.it/da-vermeer-a-kandinsky/informazioni






Condividi post

Repost 0
Commenta il post

Gambetto 04/16/2012 15:51

Ho commentato prima la seconda parte (Hopper etc...) e poi la prima...segno della mia incoerenza attuale :P eheheehe
Trovo difficile intuire il parallelo storico, meno invece la prospettiva di chi guida il visitatore tipo non attraverso un percorso cronologico ma secondo il criterio dell'emozione del vedere. La scelta per quanto sintomo di allestimento "pensato davvero" è comunque rischiosa perchè l'arte visiva ha una sua componente soggettiva non meno trascurabile di quella oggettiva. Bisognerebbe provarlo con spirito critico e capire quanto può anche essere utile farsi accompagnare con mano da un addetto ai lavori piuttosto che affidarsi al proprio istinto (con piccolo studio dietro ovviamente) :D ahahahahahah

Giorgia 04/14/2012 07:35

Grazie a te Sabri di avermelo detto: non sai quanto mi faccia piacere!!!!
Mi racconti poi se ti è piaciuta? Grazie
Giorgia

Sabrina 04/13/2012 22:25

Stampata tutta.
Mi prendo il fascicolo con me domenica quando andrò.
Grazie di cuore.

Giorgia 04/13/2012 20:49

Grazie a te per esserti fermata a leggere!!!

Carmine Volpe 04/13/2012 18:41

grazie della segnalazione una gran bella mostra