Di Panini morbidissimi con il lievito madre, accompagnati da un eccellente salame, dedicati ad un compleanno speciale.

C'era una volta una deliziosa giovane signora bionda, con tre figli, piuttosto belli, in verità, due bimbe e un maschietto.... Negli anni questi bimbi sono cresciuti e hanno regalato alla signora bionda sei nipotini, altrettanto carini e piuttosto vivaci. Di questi nipotini, due in particolar modo hanno ereditato dalla nonna la passione per la musica, che arrivava loro dal suo papà, musicista raffinato e compositore appassionato d'arte in ogni sua sfaccettatura.

Le bimbe hanno iniziato ad apprezzare, attraverso la nonna, la musica lirica in particolare, imparando a conoscere le arie più celebri di moltissime opere, con una spiccata predilezione per Rossini e per la Callas e la musica classica in generale, leggendo spesso insieme gli spartiti del bisnonno, sia i suoi originali che quelli che lui aveva apprezzato particolarmente e che si sono salvati da un paio di alluvioni e da diversi traslochi...

Lei raccontava loro la sua vita, tra un papà musicista e un nonno ed uno zio pittori, e loro la ascoltavano affascinate, mentre lei descriveva ambienti e stili di vita lontani nel tempo e nello spazio, ma così simili nell'amore per il bello e per l'arte...

Poi, nel tempo, hanno cominciato loro a raccontarle la loro esperienza, le speranze e la gioia nell'entrare nel mondo che lei tanto amava... Purtroppo ci ha lasciato troppo presto per riuscire a vedere con quanto entusiasmo si sono lanciate sul sentiero che lei ha tante volte descritto con gioia, ma non dubito che in qualche modo loro riescano ancora a sentirla vicina e a trarre da lei ispirazione e sostegno.

Oggi, nel giorno del suo compleanno, voglio dedicarle una ricetta semplicissima che, ad una golosa come lei, sicuramente piacerebbe, poichè sa coniugare morbidezza e dolcezza con sapori decisi e forti, cosa che Stena con il suo piacere per le cose semplici e gustose, sono certa apprezzerebbe.

Dedicati ad una donna dallo spirito indomabile.

 

Mini panini morbidi con pasta madre

Di Panini morbidissimi con il lievito madre, accompagnati da un eccellente salame, dedicati ad un compleanno speciale.

Però riesco ogni tanto a preparare qualcosa di buono per le mie artiste a tutto tondo, e quando occorrono dei panini imbottiti, nulla è più assoltamente soffice e delizioso di questi perfetti

PICT3760 

Se come me li preparerete con una temperatura esterna piuttosto elevata, ricordate che i tempi di lievitazione si accorciano un pochino, e la cottura è più sopportabile se fatta di mattina prestissimo...ma la soddisfazione nel morderli e gustarli, vale qualche piccolo sacrificio!!!!

Qui vi avevo già proposto la versione con il lievito di birra, ottima e soddisfacente. 

Ma ho voluto provare anche la versione pasta madre, che, confesso, ha il suo perchè, con di una soffice morbidezza che conquista!

La ricetta originale viene dal blog di Patrizia, ma, strada facendo, ho apportato qualche cambiamento, che mi ha dato molta soddisfazione: ecco il risultato

 
Ingredienti per 15 panini :
1 tuorlo d'uovo (13/15 g ca)
50 g di yogurt bianco greco
150 g di acqua circa,
100 g di pasta madre
330 g di farina Manitoba
30 g di olio extravergine d' oliva
30 g di zucchero di canna
9 g di sale 
semi di sesamo, lino, papavero e girasole

PicMonkey Collage 

Sciogliete bene il lievito madre nell'acqua, ma utilizzandone solo 120 g (tenendone da parte 30 g) e aggiungete il tuorlo d'uovo. Iniziate gradualmente ad incorporarvi la farina con lo zucchero, lo yogurt e il sale e per ultimo l'olio. Impastate bene fin che l'impasto apparirà liscio, omogeneo e ben incordato. Deve risultare morbido. Se vedete che sono necessari, aggiungete ora gli ultimi 30 g di acqua (per me è stato sufficiente aggiungerne solo 10 g).
Lasciate riposare l'impasto per 30 minuti, coperto. Riprendetelo e apritelo, stirandolo delicatamente, per poi ripiegarlo come con un foglio di carta in tre parti. Lasciatelo riposare ancora, dandogli forma sferica e mettendolo in una ciotola unta e coperta a lievitare.

Senza titolo 

Quando l'impasto sarà raddoppiato (3 ore ca.), rovesciatelo su un piano, allargatelo leggermente stirandolo con le mani. Con un tagliapasta tagliate 15 pezzi da circa 50 g ognuno, fateli riposare sul piano 15 minuti, poi formate delle palline. Appoggiatele sulla placca coperta da carta da forno, non troppo vicine , perchè gonfiandosi tendono ad "appicccicarsi" le une alle altre.

PICT3752

Se volete mettere sulla superficie dei semini, potete farlo ora. Inumidite con un po' d'acqua la superficie delle palline di pasta, utilizzando delicatamente un pennello, e fate aderire bene i semi esercitando una leggera pressione. Personalmente ho usato semi di lino, di papavero, di sesamo e di girasole... e non so quale mi sia piaciuto di più!!

PICT3751

Ora attendete che raddoppino il loro volume (circa 3 ore).

Portate il forno ad una temperatura di 170/175°C  e infornate per 20-25 minuti

panini 

Sono la cosa più soffice da mordere, imbottiti come vi piace, con i salumi, anche i più saporiti: anzi per l'occasione, in omaggio alla assoluta golosità di colei a cui il post è dedicato, li ho provati con una delle più deliziose e ghiotte specialità di Terre Ducali...

terre ducali 

lo Strolghino di culatello!!! Un sapore unico pieno, deciso e armonico, speziato quel che basta per regalare un gusto unico... da amare fin dalla prima fetta! Ve ne parlerò ancora, ma vi assicuro che è una gioia assoluta per il palato, specialemnte con un pane così poco sapido e morbido... 

mini panini morbidi con pasta madre

Sono da provare. Assolutamente.

Buona giornata

Daniela

Condividi post

Repost 0
Commenta il post