com'era, quella del chi va piano? ecco: non so come, ma sono arrivata anche alla fine di febbraio. Mi resta sempre dicembre da sistemare, ma sono riuscita a mettere mano alla classifica generale e- tenetevi forte- sono arrivata nientemeno che alla lettera B. Da fare, ovviamente, ma rispetto alle nebbie delle settimane scorse, è già molto. Intanto, questa biblioteca continua a crescere e cresce nel migliore dei modi: intanto, con ritmi umani, di cui vi ringrazio, perchè ad archiviare un solo titolo... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Di Daniela Ritratto di Madame de Staël François Pascal Simon Gérard (1770–1837) Proprio oggi , 29 febbraio, in cui cade l'annversario del 220° anno dalla nascita del grande Gioaccino Rossini, musicista immenso e gourmet quasi altrettanto grande (vi ricordate i suoi Maccheroni, o i tournedos o la più semplice citronette?), mi sembrava d'obbligo dedicare il post ad un piatto storico, per celebrarne in qualche modo la memoria.La scelta è caduta su un semplice toast, dalla sua amata terra di Francia,... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

da blog di cucina, intendo. Epperò, senza l'uno (l'argomento fuori tema), non ci sarebbe stato l'altro (l'argomento in tema), vale a dire questa produzione biscottifera che qui vedete nei suoi 4/5, stante il resto nello stomaco della creatura che ha incluso nelle ribellioni adolescenziali anche i diktat materni del "prima la foto". Perchè questo è il prodotto di una delle ultime idee della sottoscritta, stavolta nate e consumate in ambito esclusivamente familiare, per arginare in modo limitato et... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Di Daniela E' vero che il freddo ormai è sparito e che la primavera, senza nessuna titubanza, sta esplodendo, dopo questo inverno problematico per il troppo caldo, il troppo freddo, le alluvioni, i terremoti e tutto quello che ne è seguito. Durante il periodo più rigido avevamo iniziato a sbriciolare sul terrazzo qualche "genere di prima necessità" per venire incontro alla carenza di cibo per i beniamini delle mie figlie, pettirossi e passerotti, messi a dura prova dal clima. Così, senza nemmeno... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Condividi post

Repost 0

GLI SFIDANTI 1. il pane dolce del Sabato con marmellata di fichi e uvetta di Francesca (Scorribande) 2. Il pane dolce delle emozioni di Helga* 3) il pane dolce a canestro di loredana 4) Il pane dolce all'uva fragola e rosmarino di Loredana 5) il pane canestrato alla composta di marroni e pinoli di Loredana 6) il pane dolce con melograno, menta e zucchero di canna di Arianna 7) il pane dolce con nocciole, miele e cannella di Arianna 8) il pane dolce con fichi, noci e anice stellato di Lara 9) il pane... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Senza nulla togliere alla categoria dei foodblogger che partecipano alla nostra sfida, spesso chi ci lascia davvero a bocca aperta sono i cosiddetti "anche no", vale a dire coloro che, per scelta o necessità, sono privi di una pagina internet personale. Lo stupore è presto detto- e chi ha un blog lo ha già capito: noi che passiamo qui sopra gran parte del nostro tempo libero abbiamo dovuto giocoforza affinare certe tecniche- culinarie, in primis, ma anche grafiche e comunicative: è un impegno costante,... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Sono nuovamente qui a tentare di spiegare che da noi non si avanza e non si butta nulla da buoni Liguri, si cerca sempre di trovare una sistemazione consona ai resti di un piatto e qui il resto è stato durissimo che avanzasse (!), perché la tentazione di farci fuori tutto l’agnello cosi’ com’era era fortissima, ma ho resistito perché avevo deciso gia’ da tempo che il mio patè sarebbe stato con l’agnello. Ho cercato d’interpretare al meglio cio’ che avevo senza aggiunte di sapori o ingredienti strani,... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Presentare una ricetta ligure ad un blog di genovesi (di nascita o acquisita) mi pare il massimo! Però avevamo letto questa ricetta su Ricette di Osterie e Genti di Liguria - Slow Food Editore - e, avendo in casa un piccolo polpo (vedi foto), abbiamo ben pensato di rivisitarla e partecipare con questa alla sfida di questo mese! Inannzitutto spieghiamo il nome della ricetta quotando quanto scritto nel libro suddetto: "c'erano una volta grandi e piccole barche da lavoro invelate che bordeggiando collegavano... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0

Questo è il patè di famiglia... comincia così la presentazione di Fabiola che, ancora una volta, regala all'MTChallenge una delle sue tante ricette di casa. Stavolta, però, c'è una dedica, nella quale mi sono rivista in tutto, dal contenuto alle virgole. Perchè questo mai troppo lodato ritorno alle ricette di casa non può non tener conto delle mani e della fantasia di chi, queste ricette, le preparava: vale a dire le nostre mamme, le nostre nonne e tutte quelle figure che, un tempo, senza tanti strumenti... Continua a leggere...»

Condividi post

Repost 0